Home / Tools / Alexa Rank: Un dato affidabile? Scopriamolo insieme
Alexa Rank

Alexa Rank: Un dato affidabile? Scopriamolo insieme

Nel mio ambito lavorativo, sento spesso parlare di Alexa Rank, uno strumento che permette di monitorare l’andamento di qualsiasi sito internet. Al giorno d’oggi, ci sono molti strumenti che permettono di monitorare il traffico dei siti web semplicemente inserendo l’indirizzo internet che si vuole monitorare.

Ma, quanto sono affidabili questi strumenti? La risposta è abbastanza semplice: poco o niente, ed ora vedremo perchè.

Alexa Rank

Alexa Rank è un’azienda statunitense fondata nel 1996. Nel 1999 è stata acquisita da Amazon e da sempre si occupa di statistiche e di traffico web. Ma come funziona?
Alexa Rank fa un calcolo approssimativo di dati storici degli ultimi 3 mesi raccolti da Alexa Toolbar e dal suo widget.
Questo cosa vuol dire? Vuol dire che i dati non potranno mai essere veritieri per una serie di motivi:

1) Solo in America, circa il 14% degli utenti hanno la Toolbar di Alexa, in Italia ancora meno perchè per molti è una cosa inutile.

2) Non esiste uno strumento di Alexa per i dispositivi mobile, questo significa che tutto il traffico da mobile, che da alcune statistiche risulta essere circa il 65%, non viene considerato.

3) Calcola solo gli utenti che utilizzano Alexa Toolbar e Widget. E tutti gli altri?

4) Non esiste una versione ufficiale della Toolbar per Chrome, Safari e Opera.

5) I dati si possono manipolare facilmente.

Questo puo’ farvi capire quanto possa essere affidabile.
Sento spesso dire: Eh ma le aziende si basano su Alexa per monitorare i competitor. Beh, questo è assolutamente sbagliato, perchè,  con questo tipo di monitoraggio, un sito web che fa 1000 visite al giorno può essere in posizione migliore di uno che ne fa 5000 se questo viene visitato da utenti con widget o toolbar installati.
Alexa stessa dice di avere dei limiti sul monitoraggio, ma può diventare più o meno attendibile per siti con molto traffico posizionati nelle prime posizioni della sua classifica.

Quindi come monitoro i competitor?

Tutti questi strumenti, si possono benissimo utilizzare, ma non si avranno mai dati reali, saranno solo approssimativi e ognuno darà valori diversi. Uno degli strumenti gratuiti più utilizzati ed affidabili, è Google Analytics, ma anche ShinyStat può essere preso in considerazione.
Questi strumenti, hanno un codice di monitoraggio da collegare al proprio sito internet, in questo modo riescono a fornirvi dati reali sull’andamento del vostro sito web.

Purtroppo non è possibile visualizzare i dati di Analytics dei vostri competitor, almeno che non ve li diano loro, ma non credo proprio.
In questo caso, altre due alternative (a pagamento) per avere dei dati un po’ più reali sui vostri competitor sono Semrush e SeoZoom.
Parlerò di questi due strumenti prossimamente qui sul Blog.

 

 

Info Bjorn Cavallotti

Sono Bjorn Cavallotti e abito a Biella. Lavoro per un'agenzia di comunicazione, per una testata giornalistica locale e mi occupo di Web Marketing. Appassionato da sempre di grafica, web e tecnologia. Cerco di aiutare privati e PMI a migliorare la loro visibilità sul web fornendo consigli sulla base di costanti studi ed approfondimenti.

Controlla anche

Canva - Web Marketing Biella

Canva: Uno strumento gratuito per i tuoi progetti grafici

In questo articolo voglio parlarti di Canva, un tool gratuito che ti permette di creare progetti …

Un commento

  1. Naturally everyone has their faults and sturdy things and it’s not simply down seriously to sex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.