Home / Informazione / Follow Unfollow su Instagram: I finti Influencer del web
Follow Unfollow su Instagram
Follow Unfollow su Instagram

Follow Unfollow su Instagram: I finti Influencer del web

Si sente spesso parlare di una particolare tecnica utilizzata su Instagram chiamata Follow Unfollow.
Questa tecnica è usata principalmente per raggiungere dei particolari obiettivi, primo su tutti… diventare Influencer!
Ma è realmente una tecnica valida? Funziona?
Questa volta sarò un pochino polemico (ogni tanto ci sta), ma vorrei che le persone aprissero un attimo gli occhi prima di lanciarsi in braccio a sconosciuti affidandogli l’immagine della loro azienda o dandogli prodotti da sponsorizzare senza ottenere risultati.
Ma partiamo dall’inizio.

Il Social Network Instagram

Instagram è ormai diventato uno dei Social Network di punta per quanto riguarda il visual content, ovvero contenuti visivi come ad esempio foto e video. A giugno 2018, Instagram ha annunciato di aver raggiunto il miliardo di utenti attivi nel Mondo. Al giorno d’oggi conta più di 19 milioni di persone solo in Italia e si prevede di raggiungere i 27 milioni entro il 2020.

Numeri incredibili per un Social Network che, piano piano, si è fatto strada sbaragliando tutta la concorrenza riuscendo ad ottenere un posto tra i primi tre Social Network più importanti al Mondo.

Molte persone sono riuscite a fare diventare Instagram uno strumento di lavoro fondamentale.
Ci sono aziende che promuovono i loro prodotti, liberi professionisti che offrono i loro servizi e così via. Instagram funziona molto bene per attività local che promuovono prodotti a prezzi non troppo elevati e che stimolano l’acquisto impulsivo. Vedo un prodotto su Instagram pubblicizzato dal negozio che è a 5 minuti da casa mia, mi piace, esco e lo vado a comprare. Fine.

Tanti sono i metodi di guadagno su Instagram, ma ce n’è uno che va di moda e che sognano tutti, quello di diventare Influencer.

Il significato di Influencer per l’utente medio

Ok, quindi se diventiamo Influencer possiamo guadagnare tutti, giusto?
E come si diventa Influencer?
Di seguito descrivo la modalità ed il ragionamento della gran parte delle persone che hanno sentito questo nome magari una volta in televisione senza essersi documentati almeno un minimo.

L’Influencer ha tanti follower! Basta vedere le persone che lo sono già. Gli Influencer sono seguiti da migliaia o milioni di persone. Se seguissero anche me potrei iniziare a propormi alle aziende e promuovere i loro prodotti in cambio di un compenso.

Tutto bello vero? E come fare per aumentare questi follower? In modo naturale? Ma va, si utilizza la tecnica del Follow Unfollow su Instagram!

Follow Unfollow su Instagram

La tecnica del Follow Unfollow su Instagram è parecchio conosciuta e funziona in questo modo: si comincia nel seguire un tot di profili di persone a caso, anche se non sempre è così. Dopo circa due o tre giorni, se queste persone non hanno ricambiato il Follow, vengono eliminate dalla lista delle persone seguite. Se invece ricambiano, teoricamente si dovrebbero lasciare, ma spesso vengono tolte ugualmente anche se hanno ricambiato “il favore”.
E si continua sempre così ogni giorno. Alla fine, si avranno più Follower rispetto alle persone seguite ed avrai così raggiunto il tuo risultato.
Prima ho detto che non sempre le persone vengono aggiunte a caso, infatti ci sono dei sistemi che ti permettono anche di scegliere le persone.

I BOT su Instagram

Bot è il diminutivo di “Robot”. Sono dei programmi presenti su tutto il web ed ovviamente anche su Instagram. Questi programmi, ti permettono di automatizzare tutto il processo lavorativo sul tuo profilo.
Questo cosa vuol dire? Vuol dire che, collegando un BOT al tuo profilo, questo inizierà a commentare per te, mettere i like da parte tua, seguire persone scelte in base a interessi ed eliminare automaticamente quelli che non hanno ricambiato il Follow.
Wow, fantastico. Un programma che fa tutto il lavoro sporco al posto nostro.
In questo modo, i Follower cresceranno di giorno in giorno. Un altro modo per aumentare i Follower è quello di iscriversi a gruppi Facebook o Telegram dove si avvisano le persone di un nuovo post e dove viene chiesto di andare a mettere il like o commentare ricambiando poi il favore la prossima volta. Tutte azioni spontanee, vero?
Ma che bella la vita su Instagram, i miei Follower aumentano senza che io faccia nulla e diventando Influencer posso fare quello che voglio.

Bene, adesso torniamo seri

Dunque, questo è il ragionamento dell’utente medio che vorrebbe diventare “famoso” ed ottenere un guadagno grazie alla sua visibilità.
Ma pensi che funzioni veramente così? Basta solo questo? Allora perchè non lo fanno tutti? Tutti ricchi e famosi nel mondo Instagram!

Chiariamo subito una cosa fondamentale per favore:
Essere Influencer non vuol dire avere migliaia di Follower!
E avere migliaia di Follower può non servire a nulla!

Tutti i Follower ottenuti grazie al metodo spiegato sopra, spesso sono semplicemente inutili e piano piano vedremo anche il perchè.
Piuttosto, adesso vediamo un attimo di capire e spiegare qual’è il vero significato di Influencer.

Il vero significato della parola Influencer

Non si diventa Influencer dall’oggi al domani e non basta avere Follower.
Senza fare troppi giri, vediamo che cosa riporta Wikipedia.
Cito testualmente:

Il marketing di influenza (in inglese influencer marketing), è un tipo di marketing in cui la concentrazione è posta sulle persone influenti (influencer) più che sul mercato di riferimento nel suo complesso.

È una forma di marketing basata su persone con influenza sui potenziali clienti

Bene, ci siamo? Ho messo in grassetto l’ultima frase che è la parte fondamentale ed è in pratica il succo di tutto il discorso.
La riscrivo:
È una forma di marketing basata su persone con influenza sui potenziali clienti

Ora è chiaro? Se non lo è, cercherò di spiegarlo in altre parole.

Chi è il vero Influencer

Un Influencer è colui che riesce ad influenzare le persone (lo dice la parola stessa). Ha la capacità di avere un forte impatto di comunicazione con le persone condizionandole su varie scelte e riuscendo a trasmettere a loro fiducia ed autorevolezza in quel settore specifico. Perchè si, non si può essere autorevoli su tutto. Bisogna avere un settore ben definito.
Ora è più chiaro il concetto? Bene, adesso vediamo un po’.
Conosci qualcuno che utilizza questa tecnica di Follow Unfollow? Quanto è rilevante ed autorevole con i suoi Follower (se non sono finti)? Ha la capacità di influenzare le scelte delle persone? E’ realmente autorevole in uno specifico settore?
Non è assolutamente facile essere un Influencer! Non bastano i Follower finti del profilo! E adesso torniamo a parlare del Follow Unfollow su Instagram per capire altri punti fondamentali.

La visibilità su Instagram

Molti pensano che, postando un contenuto su Instagram, questo venga visto da tutti i Follower di quel profilo. Solitamente è un errore che commettono principalmente le aziende che vogliono affidare la loro visibilità a qualcuno. Bene, brutta notizia… non è così.
La portata organica di Instagram (visibilità gratuita) è regolata più o meno allo stesso modo di Facebook da vari algoritmi creati apposta.
Su un profilo da 2000 Follower, non potrai MAI raggiungerli tutti e 2000 almeno che tu non inizi a sponsorizzare i contenuti.
Ma come, devo pagare per fare vedere i contenuti a chi mi segue?
Certo, perchè Instagram, fino a prova contraria, non è una ONLUS ma bensì un’azienda quotata in borsa con l’obiettivo di fatturare il più possibile.
Quindi, non stupirti se i tuoi post non raggiungono tutti i tuoi Follower.
Puoi verificare tu, se hai un profilo aziendale, controllando le statistiche di ogni post sotto la voce copertura (persone raggiunte).

Come scegliere un Influencer

Ora che abbiamo visto che su Instagram esistono parecchi finti Influencer, vediamo e cerchiamo di capire quali sono i fattori da tenere in considerazione per non finire in mano a gente che non porterà alcun risultato, ne a te ne alla tua azienda.

La prima cosa da ricordare in assoluto è questa:
Un vero Influencer non verrà mai a cercarti, non ne ha bisogno. Sei tu che dovrai fare una ricerca ben attenta ed andare a individuare chi sta nel tuo settore e chi potrebbe realmente portarti dei benefici.

Dovrai poi verificare le interazioni ed i commenti in base al numero di persone che lo seguono. Vuoi un esempio?
Se il post di un profilo da 16000 Follower riceve 10 commenti, secondo te è una cosa normale? E se riceve 20/30 like?
Poi passiamo ai commenti, leggili tutti. Ti sembrano commenti spontanei e veritieri? O scritti da BOT? Quanti sono rispetto ai Follower? Se noti qualcosa di sospetto, di sicuro c’è stata un’attività di Follow Unfollow.
Ora vediamo come scovare i furboni del web.

Controllare i profili con Ninjalitics

Ci sono moltissime applicazioni che ti permettono di analizzare i profili Instagram. Esiste Social Blade, Social Bakers e tanti altri. Quello che io apprezzo di più per semplicità e anche perchè è stato creato da due italiani, è Ninjalitics. Di questo strumento ne ho già parlato in un articolo specifico che puoi trovare qui: Spiare profilo Instagram con Ninjalitics

Ninjalitics, ti permette di verificare il tasso di interazione del profilo ed è possibile vedere chi utilizza la tecnica Follow Unfollow monitorando giorno per giorno il numero di Follower e di Following ottenuti e persi.
Adesso vediamo qualche esempio.

Questo è un profilo di un finto Influencer che si è proposto di sponsorizzare dei prodotti ad un’azienda di mia conoscenza.
Vediamo un po’ alcuni dati.

Engagement Rate di Ninjalitics
Engagement Rate di Ninjalitics

La prima parte ti mostra il numero di Follower, Following e Post.
Già vedere che con soli 260 post ha più di 16000 Follower la cosa mi puzza un po’, ma andiamo avanti.
Sotto, è possibile vedere l’engagement rate. Non è altro che il tasso di interazione dei suoi post nell’arco degli ultimi 30 giorni. Come è possibile notare, è evidenziato in rosso e risulta essere più basso rispetto alla media.
Questo cosa vuol dire? Vuol dire che, nell’arco dei 30 giorni, avrebbe dovuto avere più interazioni avendo 16292 Follower, ma così non è stato.
Io mi sono già fatto un’idea ma andiamo ancora avanti.

Analizzare la crescita giornaliera

Crescita Giornaliera su Ninjalitics
Crescita Giornaliera su Ninjalitics

Arriviamo così alla parte più interessante dell’analisi. Le linee gialle, indicano la variazione di persone seguite da questo profilo. In poche parole, indica che vengono seguite moltissime persone e poi vengono eliminate poco dopo. La riga in fondo dello screen parla chiaro:
Possibile attività di Follow Unfollow: Molto Alta
Anche i numeri in verde parlano chiaro: 2069 Followers in 1 mese?
Postando contenuti non rilevanti e con poca interazione?
Abbiamo trovato il primo finto Influencer. E ce ne sono migliaia in giro.
Vediamo l’ultimo screen per completare l’opera:

Statistiche Giornaliere Ninjalitics
Statistiche Giornaliere Ninjalitics

Questi dati confermano tutto quello detto prima. Ha seguito 558 persone il 20 aprile e ne ha perse 1122 il giorno dopo. Pensi che questi dati possano bastare?

Adesso vediamo il profilo di una vera Influencer.
Chi di voi conosce Kylie Jenner?
Kylie Jenner è una modella e personaggio televisivo, creatrice di Kyliecosmetics. Il suo profilo conta la bellezza di più di 130 milioni di Follower. Tasso di interazione sopra la media e nessuna attività di Follow Unfollow.

Kylie Jenner Ninjalitics
Kylie Jenner Ninjalitics

Guarda qui i risultati del profilo di Kylie Jenner su Ninjalitics

Ora, io ho preso Kylie Jenner come esempio, ma potrebbe essere stato chiunque, anche un Influencer con molti meno Follower rispetto a lei.
Da questi risultati, qual’è il morale della favola?

Trova persone autorevoli

Pensa a questa cosa. Se tu ti affidassi alla persona del primo profilo analizzato, che risultati avresti ottenuto? Te lo dico io.. zero.
Questo perchè? Perchè per colpa della tecnica di Follow Unfollow ha attirato persone a cui non importa nulla di quello che dice e di quello che fa! Non risulta autorevole in nulla, non comunica nulla di particolare e di conseguenza nessuno lo considera nonostante i suoi cari 16000 Follower.

Al contrario, Kylie Jenner è super autorevole nel suo settore, ovvero nella cosmetica. Le persone la seguono perchè è riuscita a crearsi un nome (non che fosse difficile per una come lei, basta leggere la sua Bio su Wikipedia), ma è riuscita comunque a risultare autorevole e a trasmettere fiducia alle persone in quel settore. Se lei ti dice che quel rossetto va bene, di sicuro le ragazze andranno a prendere quello! Perchè lo usa Kylie Jenner e perchè lo ha detto lei!

Ora non andiamo a parlare di quanto ti chiederebbe Kylie per pubblicare un post mentre usa il tuo prodotto. Ne ho scelta una tosta come esempio. Posso solo dire che, una come Chiara Ferragni, leggendo un po’ in giro pare che chieda intorno ai 15000$ a post. Ovviamente l’Influencer va scelto anche in base al proprio budget disponibile.

Non ha importanza il numero di Follower

O meglio, ha importanza se questi Follower seguono una persona perchè sono realmente interessati ai suoi contenuti.
Io seguo una persona su Facebook che ha quasi 12000 Follower. Non tantissimi ma nemmeno da buttare via. Questa persona, si è dimostrata autorevole nel suo settore e ispira fiducia in tutti i suoi modi di fare. Lo seguo online e lo seguo spesso e volentieri anche di persona durante il Web Marketing Festival di Rimini. Quando lui propone o consiglia qualcosa sulla sua pagina, molte persone, io compreso, seguiamo il suo consiglio. Perchè abbiamo fiducia in lui. E questa fiducia se l’è meritata col tempo grazie ai suoi contenuti e la sua competenza.

Trova Influencer per il tuo settore

Torniamo un attimo al finto Influencer e mettiamo che i suoi Follower siano reali. Siamo sicuri che quella persona abbia il target di persone che a te interessa? Se lui avesse l’80% di Follower maschi e tu vendessi prodotti femminili, ne varrebbe la pena investire su quella persona?
Assolutamente no.
Prima di valutare a chi affidarti, guarda anche il suo pubblico. E’ inutile investire su di lui se il target di persone che lo seguono non c’entra nulla nel tuo settore. Esiste la possibilità di pubblicizzarsi online grazie alle Facebook Ads selezionando il posizionamento Instagram. Ma in questo caso il pubblico te lo scegli tu! Vuoi un range di età dai 30 ai 40? Vuoi solo donne? Interessate alla cucina? Nessun problema. Decidi tu a chi mostrare i tuoi prodotti. E credimi che ti costerà molto meno sia in soldi che in tempo rispetto ad affidarti a una persona che non sarà in grado di portarti risultati concreti.

Rischi e conseguenze del Follow Unfollow su Instagram

Che cosa si rischia nell’utilizzare questa tecnica?
Beh, i problemi possono essere parecchi.
Prima di tutto vai contro il regolamento di Instagram.
Non è possibile utilizzare software di terze parti per automatizzare azioni all’interno della piattaforma.
Questa tecnica, se usata in modo eccessivo, può anche costarti la chiusura dell’account.

E’ uscito un comunicato ufficiale di Instagram il 20 novembre 2018.
Nel video che puoi trovare qui sotto, lo staff di ChimeraRevo fa una sintesi di tutto quello che ti ho raccontato e ti spiega i problemi che potresti avere continuando ad utilizzare BOT:

ChimeraRevo – Guerra ai BOT

Uno dei tanti problemi è quello di non avere Follower realmente interessati a quello che fai e a quello che dici. Nel momento che bloccherai questa attività di Follow Unfollow, i tuoi Follower caleranno drasticamente e tu non potrai fare nulla.
Se io fossi un’azienda, che vantaggio avrei nel consegnare a questa persona un mio prodotto o fargli mostrare il mio marchio?
Assolutamente nulla, perchè non è una persona che “influenza le persone”, non è autorevole e nessuno lo ascolta. Ha solo tanti Follower inutili.

Altra cosa importante, senza interazione sui tuoi post, la visibilità organica calerà sempre di più. Un contenuto, per raggiungere più persone possibili, deve avere molta interazione, specialmente nei primi minuti di vita.
E se pochi o nessuno te lo considerano e interagiscono? Beh, perderà di sicuro visibilità sui feed delle persone. Ed è per questo che i tuoi Follower devono seguirti non perchè ti hanno ricambiato il favore, ma perchè hanno interesse in quello che pubblichi.

Vuoi ancora fare Follow Unfollow su Instagram?

Io ti ho spiegato i pro e i contro di questa tecnica.
Vorrei precisare una cosa: io non sono contro i BOT.
Di sicuro i BOT, con il passare degli anni avranno sempre più importanza nelle strategie di web marketing. Ma bisogna utilizzarli nel giusto contesto.
Per esempio, si può utilizzare per un lavoro di Customer Care all’interno di Facebook dove, ancora prima di ricevere risposta, è possibile visionare il classico FAQ e trovare domande e risposte. Oppure, ricevere informazioni specifiche selezionando determinate voci. Io nella mia pagina Facebook ho un BOT che, quando le persone mi scrivono, si attiva ringraziando per il messaggio e garantendo che riceveranno risposta nel minor tempo possibile.
A questo servono i BOT, non ad automatizzare un intero Social Network facendo credere di essere chissà chi. Bisogna essere umili e leali, specialmente online, perchè qui sul web è molto più semplice scovare i furbetti.
Se vuoi avere consigli su come utilizzare realmente Instagram, ti consiglio di leggere questo mio post scritto tempo fa, potrebbe esserti utile:
Come usare Instagram: 10 consigli per migliorare la tua presenza

Per qualsiasi altra informazione puoi lasciarmi un commento qui sotto o contattarmi sulla mia pagina Facebook. Ci sarà il mio BOT a darti il benvenuto 🙂

Alla prossima!

Riepilogo
Follow Unfollow su Instagram: I finti Influencer del web
Articolo
Follow Unfollow su Instagram: I finti Influencer del web
Descrizione
Conosci la tecnica follow unfollow su Instagram? E' una tecnica che viene usata per aumentare i follower. Ma pensi davvero che sia la soluzione corretta?
Autore
Editore
Bjorn Cavallotti Blog
Logo Editore

Info Bjorn Cavallotti

Bjorn Cavallotti
Sono Bjorn Cavallotti e abito a Biella. Lavoro per un'agenzia di comunicazione, per una testata giornalistica locale e mi occupo di Web Marketing. Appassionato da sempre di grafica, web e tecnologia. Cerco di aiutare privati e PMI a migliorare la loro visibilità sul web fornendo consigli sulla base di costanti studi ed approfondimenti.

Controlla anche

GDPR - General Data Protection Regulation

GDPR: Cambia il regolamento sul trattamento dei dati personali, ecco le ultime novità

Il GDPR (General Data Protection Regulation), è un nuovo regolamento (UE 2016/679) sulla protezione dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *