Home / Tools / Google AdSense: Come monetizzare con il tuo sito

Google AdSense: Come monetizzare con il tuo sito

In questo articolo vediamo che cos’è Google AdSense e come si utilizza.

Mi capita spesso di trovare persone che mi chiedono: “Ma come posso guadagnare con il mio sito?”.
Beh, la risposta è: dipende.

Se il tuo sito è un e-commerce, o vendi servizi di qualsiasi tipo, per guadagnare devi semplicemente “vendere”. E fin qui mi sembra tutto chiaro.
Nel caso invece che, il tuo sito sia solo a scopo informativo e che tu non venda niente, allora in questo caso potrebbe esserti utile Google AdSense.

Che cos’è Google AdSense

Google AdSense, è una piattaforma di Google che ti permette di inserire banner pubblicitari all’interno del tuo sito inserendo dei semplici codici nella pagina.
Gli inserzionisti, utilizzano Google Adwords per creare gli annunci ed ottenere visibilità. Questi annunci, poi, vengono distribuiti su tutti quei siti che ospitano i banner pubblicitari di Google, mostrando gli annunci che provengono dalla rete Display e dalla rete di Ricerca Adwords.

I banner inseriti sul tuo sito, saranno solitamente correlati al tuo tipo di attività o ai contenuti presenti sulle tue pagine web, quindi ci saranno buone possibilità di ricevere clic su questi banner pubblicitari.
E’ anche possibile scegliere autonomamente gli argomenti ed i tipi di banner che vuoi far visualizzare.
I banner, inoltre, possono essere gestiti sul tuo sito web scegliendo il posizionamento, la forma, la dimensione etc.

Con Google AdSense, è possibile monetizzare in 4 modi:

  • CPC
  • CPM
  • ACTIVE VIEW
  • CPE

Dettagli sulla monetizzazione in Google AdSense

CPC
CPC sta per Costo per Clic, quindi, guadagnerai quando un utente farà clic su uno dei banner pubblicitari del tuo sito.

CPM
CPM vuol dire Costo per mille impressioni, ciò vuol dire che otterrai un guadagno ogni volta che un banner pubblicitario raggiungerà le mille visualizzazioni.

ACTIVE VIEW CPM
Questo metodo di offerta, consiste nel pagare sempre ogni mille impressioni, ma solo su reali visualizzazioni del banner pubblicitario. Cosa vuol dire?
Normalmente, caricando una pagina web, vengono richiamati tutti gli spazi pubblicitari presenti sulla pagina. Il CPM, conta come impression ogni richiamo di questi banner, quindi, se un banner è presente in fondo alla pagina, ma un utente non arriva fino a quel punto e non lo vede, l’impression viene calcolata ugualmente. Con Active View CPM invece, verrà calcolata l’impression solo se a schermo viene visualizzato il banner per almeno il 50% oppure viene visto per 1 secondo o più.

CPE
CPE significa Costo per coinvolgimento. Si potrà avere un guadagno solo se un utente interagirà con il banner che potrà in questo caso essere un banner dove si apre un video, dove bisogna rispondere ad un sondaggio, iscriversi a una newsletter etc.

Ogni mese, dopo aver superato la soglia dei 100$ (qui in Italia 70€), Google effettuerà il pagamento tramite bonifico bancario o assegno.

Quanto si guadagna con Google AdSense?

Purtroppo non c’è una risposta precisa a questa domanda, occorre quindi sempre rispondere “dipende”.
Dipende da cosa? Beh, principalmente dipende dal traffico del tuo sito. Ovviamente più gente navigherà sul tuo sito e più gente potrà cliccare o visualizzare i banner pubblicitari.
Il guadagno tramite clic e visualizzazioni, invece, viene determinato dal costo impostato dall’inserzionista nel momento della creazione degli annunci.
Possiamo comunque dire che, indicativamente, la cifra si aggira intorno a pochi centesimi di Euro per CPC o CPM.

Quanto costa AdSense?

Google AdSense non ha alcun costo di gestione. E’ possibile registrarsi gratuitamente sul sito ufficiale e, dopo una verifica del vostro sito, riceverete una risposta entro 48 ore comunicandovi se siete idonei o meno ad ospitare i banner pubblicitari AdSense.

Quindi, vuoi monetizzare con il tuo sito?
Bene, allora iscriviti subito al circuito AdSense e scopri le sue potenzialità.

Info Bjorn Cavallotti

Sono Bjorn Cavallotti e abito a Biella. Lavoro per un'agenzia di comunicazione, per una testata giornalistica locale e mi occupo di Web Marketing. Appassionato da sempre di grafica, web e tecnologia. Cerco di aiutare privati e PMI a migliorare la loro visibilità sul web fornendo consigli sulla base di costanti studi ed approfondimenti.

Controlla anche

Adblock di Google Chrome

AdBlock di Google Chrome: Ecco come funziona

AdBlock di Google Chrome è finalmente arrivato a metà febbraio come preannunciato. Ad inizio del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.