Home / SEO / Fattori SEO off page: Come migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca
Fattori SEO off page
Fattori SEO off page

Fattori SEO off page: Come migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca

Continuiamo la serie di articoli inerenti alla SEO parlando dei fattori SEO off page.
Le scorse volte, abbiamo visto quali sono i fattori SEO on page e on site, ovvero tutte quelle regole base che devono essere seguite all’interno di una pagina web o complessivamente sul sito. La SEO off page invece, suddivisa principalmente in Link Earning e Link Building, è un insieme di tecniche che si svolgono all’esterno del sito web permettendoti di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

Come funziona la SEO off page

Il web vive ed è fatto sostanzialmente di link. Questi link hanno un’importanza notevole per un buon posizionamento online.
Ogni volta che un sito decide di pubblicare un link che porta ad una tua pagina web, questa pagina aumenta la sua autorevolezza.
Questo perchè, secondo i motori di ricerca, se un sito decide di linkare, e quindi consigliare un altra pagina web, vuol dire che per quel sito la pagina linkata è rilevante, ha una certa importanza e viene quindi premiata.
Per il motore di ricerca, un link ricevuto equivale come ad un voto che può essere più o meno importante a seconda di vari fattori.
Ci sono vari modi per linkare una pagina. Uno dei metodi migliori è quello di linkare un altro sito web sfruttando gli anchor text.

Cosa sono gli anchor text?

Gli anchor text sono semplicemente quelle parole o frasi che, una volta cliccate, portano l’utente sulla pagina linkata.
Un esempio potrebbe essere: scopri quali sono i fattori seo on page e i fattori seo on site per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca.
Come puoi vedere, nei due link scritti sopra, gli anchor text sono quelle parole evidenziate che portano alle pagine collegate.
Le parole incluse in questi anchor text, inoltre, dovrebbero avere le keyword di riferimento per il posizionamento della pagina.
Se per esempio si volesse tentare di migliorare il posizionamento per una pagina che parla di ricette per l’estate, l’anchor text potrebbe essere “le dieci migliori ricette per l’estate”.

Il Page Rank delle pagine

Il Page Rank, è un punteggio che Google assegna ad ogni pagina che va da 0 a 10 e si basa sul numero e sulla qualità dei link che una pagina riceve.
Qualche anno fa era un fattore SEO molto importante, oggi pare lo sia un po’ meno ma è comunque sempre tenuto in considerazione.
Se una pagina del tuo sito web ottiene un link esterno da un’altra pagina, questo link influenzerà il valore del Page Rank della tua pagina.
Ma non tutti i link possono influenzare allo stesso modo il Page Rank.

La qualità dei Link

Anche se per molti può non sembrare, non tutti i link sono uguali o hanno la stessa importanza.
Per aumentare il Page Rank di una pagina, il link deve provenire prima di tutto da un sito affidabile, autorevole e di valore. Un link che proviene da un sito come ad esempio corriere.it avrà di sicuro più valore rispetto ad un link proveniente da un sito nato da poco e con poco traffico.
E’ molto importante anche che il link provenga da una pagina a tema con quello che verrà linkato. Questo vuol dire che, un sito che parla di web marketing, avrà benefici migliori se verrà linkato da una pagina a tema web marketing piuttosto che da una pagina che parla di cucina.
Un altro punto da tenere in considerazione è il testo intorno al link che porta alla tua pagina. Dovrà essere chiaro che in quel punto specifico della pagina si sta parlando dello stesso argomento della pagina linkata.

Link Earning e Link Building

La SEO off page è di sicuro molto più impegnativa e lunga rispetto a quella on page e on site, ma rimane comunque una delle strategie più importanti per migliorare la posizione di un sito web.
Solitamente, parlando di SEO off page, esistono due tipi di acquisizioni di link, la Link Earning e la Link Building.
Link Earning, non è altro che l’acquisizione naturale di backlink (definizione corretta dei link che portano al tuo sito). Sono sicuramente quelli migliori perchè vuol dire che i tuoi contenuti sono stati così di valore da spingere le persone a linkare le tue pagine sui loro siti. L’unico problema è che, un’acquisizione spontanea e naturale di link impiega moltissimo tempo prima di portare dei veri e propri risultati. Ed è per questo che, da molto tempo, si parla anche di Link Building, ovvero una costruzione di una rete di backlink che viene spesso forzata pur di ottenere link da siti autorevoli.

Evitare le penalizzazioni

Molto spesso, forzare l’acquisizione di link, può portare ad un effetto contrario rispetto a quello che ci si aspetta. Invece di migliorare il posizionamento del tuo sito web, potresti correre il rischio di essere penalizzato dai motori di ricerca e quindi di scomparire del tutto dai risultati.
Ci sono varie tecniche che ormai sono rischiose e quindi non più consigliate come ad esempio lo scambio di link, lo spam su forum o su commenti nei blog o iscrizioni a directory.
Queste sono tutte tecniche ormai altamente sconsigliate e che potrebbero fare danni.
Esistono due tipi di penalizzazioni su Google, quelle automatiche e quelle manuali.
Le penalizzazioni manuali vengono effettuate direttamente da un team di specialisti in Google che hanno il compito di monitorare i siti per evitare tecniche scorrette. Nel caso venissi colpito da una penalizzazione manuale, molto probabilmente il tuo sito scomparirebbe dal motore di ricerca.
Con le penalizzazioni automatiche invece, potresti avere un pesante calo di posizione delle tue pagine web all’interno dei risultati di ricerca.

Tecniche di Link Building

Guest Post

I Guest Post, possono essere molto utili per un’attività di Link Building, ma bisogna ovviamente seguire alcune regole.
Prima di tutto, cosa sono i Guest Post?
I Guest Post sono degli articoli scritti da te ma ospitati su altri siti. Tu concedi ad un altro sito di poter pubblicare un tuo articolo dove dentro sarà contenuto un link che porta al tuo sito. Questa è una delle attività più usate nella Link Building, ma bisogna tenere in considerazione due cose.
La prima è che, come per molte cose, è più importante la qualità dei siti rispetto alla quantità. Quindi è inutile fare ospitare i tuoi contenuti su molti siti poco affidabili e di scarso valore, perchè questo potrebbe creare l’effetto contrario. E’ sempre meglio puntare su pochi siti ma di valore.
Come seconda cosa, bisogna sempre fare attenzione alla qualità del contenuto. Non bisogna scrivere articoli corti e senza alcun valore solo con lo scopo di ottenere un link. Google non è stupido e se ne accorge subito se il tuo scopo è solo quello.

Partecipare su Forum o Blog

I forum e i blog sono ottime fonti per poter acquisire link ma, come detto precedentemente, bisogna evitare di fare spam se non si vogliono avere penalizzazioni.
E’ comunque utile ed importante partecipare a discussioni su blog e forum a tema dove poter dare la tua opinione ed il tuo aiuto inserendo magari, dove è consentito, un link al tuo sito web. Questo non vale per i Social Network, in quanto su queste piattaforme tutti i link presenti contengono l’attributo “nofollow”.
Il “nofollow” è un valore assegnato ad un attributo chiamato “rel” che è presente dentro ad un link nel suo codice html. Questo attributo specifica chiaramente che quel link non deve essere seguito, ovvero che tu ti dissoci da quel contenuto perchè non sai quanto possa essere affidabile. Il motore di ricerca lo prenderà lo stesso in considerazione ma non trasmetterà il Page Rank di quella pagina web verso il link di destinazione e non prenderà in considerazione l’anchor text.

Comprare Link

L’acquisto di link è una pratica vietata da Google. Tutto quello che viene pagato, ovvero link da banner pubblicitari, link da pubbliredazionali etc. a Google non piace.
Questo non vuol dire che non bisogna farlo, perchè spesso e volentieri potrebbe essere utile. Diciamo che non è la pratica più consigliata e che comunque non bisogna assolutamente esagerare. Un conto è acquisire a pagamento un link al mese, un’altro è quello di acquisirne 5/6 al giorno.

Fattori SEO off page: Pronto ad iniziare?

Abbiamo fatto una rapida panoramica di come funziona la SEO off page. Questa è una tecnica che può realmente portare ottimi risultati nel posizionamento del tuo sito web, ma bisogna fare molta attenzione. Prima di tutto dovrà essere svolta da un professionista. Con il fai da te si rischia solo di finire in penalizzazioni parecchio fastidiose che possono portarti via moltissimo tempo prima di poter risistemare tutto come prima.
Come seconda cosa, bisogna sempre valutare prima quale potrebbe essere la soluzione migliore per un determinato sito web.
Svolgendo un corretto lavoro, i risultati potrebbero arrivare molto prima di quello che pensi.

Per qualsiasi informazione puoi lasciarmi un commento qui sotto oppure contattarmi attraverso la mia Pagina Facebook.

Alla prossima!

Riepilogo
Fattori SEO off page: Come migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca
Articolo
Fattori SEO off page: Come migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca
Descrizione
Fattori SEO off page, scopri quali sono i fattori che ti permettono di posizionare al meglio il tuo sito web sui motori di ricerca.
Autore
Editore
Bjorn Cavallotti
Logo Editore

Info Bjorn Cavallotti

Bjorn Cavallotti
Sono Bjorn Cavallotti e abito a Biella. Lavoro per un'agenzia di comunicazione, per una testata giornalistica locale e mi occupo di Web Marketing. Appassionato da sempre di grafica, web e tecnologia. Cerco di aiutare privati e PMI a migliorare la loro visibilità sul web fornendo consigli sulla base di costanti studi ed approfondimenti.

Controlla anche

Snippet di 320 caratteri

Snippet di 320 caratteri: Google ha aumentato la descrizione dei risultati

Novità in casa Google: Snippet di 320 caratteri. Da un po’ di giorni, si può …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *